Top
Imparare a capire la grafica (dall’Internet Festival 2013)
fade
78
single,single-post,postid-78,single-format-standard,eltd-core-1.0,flow-ver-1.1,,eltd-smooth-page-transitions,ajax,eltd-grid-1480,eltd-blog-installed,page-template-blog-standard,eltd-header-vertical,eltd-fixed-on-scroll,eltd-default-mobile-header,eltd-sticky-up-mobile-header,eltd-dropdown-default,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11,vc_responsive

Imparare a capire la grafica (dall’Internet Festival 2013)

La grafica è ovunque, è sempre sotto i nostri occhi anche se non ce ne accorgiamo. In un mondo fatto sempre più di immagini, in cui la comunicazione visiva è preponderante, la progettazione grafica ha un ruolo importantissimo.

Ma siete davvero sicuri di saperla riconoscere, soprattutto quando è buona?

Questo è il racconto del viaggio nella grafica che ho fatto fare per due giorni a quasi un centinaio di persone: ero stato invitato dall’Internet Festival di Pisa per tenere un workshop (o un seminario… boh?) sulla grafica che dovesse saper parlare a tutti, soprattutto ai non professionisti.

Ho pensato quindi che sarebbe stato bello parlare degli elementi fondamentali di una buona grafica, riportare tutto all’essenza (come ci ha insegnato il grande Bruno Munari) e far capire come tutti possano accedere ad un’idea base della progettazione grafica che non è troppo complicata da riconoscere. E in questo modo riuscire a riconoscere la buona grafica e diffonderla.

Ho preparato una “lezione” che fosse divulgativa e potesse appassionare chi fa grafica e chi la fa fare, chi la studia e chi la segue, chi è appassionato e chi vuole fare il logo del proprio agriturismo (all’Elba: è tutto vero, un ragazzo è venuto da me a fine lezione, chiedendomi lumi a proposito…).

E il giorno dopo ho avuto l’onore di fare il bis per un Liceo Artistico-Grafico, venuto da Cecina.

Devo dire che è stata un’esperienza bella ed entusiasmante, che mi ha ribadito ancora una volta che tutti vorrebbero capirla meglio la grafica e che spesso sono stati i grafici stessi a complicare le cose per non farsi capire da tutti…

Io riparto da Pisa elettrizzato e penserò sempre  di più alle persone per cui faccio grafica (e illustrazione) perché ho ben presente i loro occhi!

Questo è il link al PDF con le slide che ho usato per il workshop e che ho integrato in questi giorni per renderlo più ricco (tutte le illustrazioni contenute nel PDF sono del sottoscritto).

Questo invece è il live tweeting del graphic tutorial, ovvero com’è andato in diretta su Twitter grazie ad alcuni partecipanti:

 

This is a demo store for testing purposes — no orders shall be fulfilled.

No Comments

Post a Comment